- c o m u n i c a  v a l o r e -  

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER   -   inizia a navigare con noi 

Tra porno, incontinenza e realtà

18-06-2020 15:08

Chiara Santato

Comunicazione, sesso, porno, internet, Nuova Zelanda, Tena, incontinenza, educazione sessuale,

94

Superata la fase delle api e dei cavolfiori, il nostro corpo inizia a cambiare e parte la stagione di curiosità verso il sesso...

Superata la fase delle api e dei cavolfiori, il nostro corpo inizia a cambiare e parte la stagione di curiosità verso il sesso non destinato alla riproduzione. Ognuno segue il suo percorso e i suoi tempi. Chi non ha paura di buttarsi e provare, chi lo ignora, chi aspetta la persona giusta e via di questo passo. C'è però una variabile che ha creato uno spartiacque tra le persone che sono cresciute e facevano sesso prima di internet e chi invece è entrato in contatto con questo tema virtualmente prima che di persona: il porno online.

L'accesso alla pornografia digitale permette a tutti, bambini e ragazzini compresi, di poter osservare delle modalità di fare sesso che di reale hanno veramente poco.

 

Fin qui siamo credo tutti d'accordo, magari perché siamo adulti e certi concetti li abbiamo acquisiti. Ma come fai a spiegare a tua figlia o a tuo figlio - senza giudicare o umiliare - che le relazioni reali, delle quali il sesso fa parte, sono un pelino diverse? Come per tutte le questioni umane, non esiste una risposta unica.

Il governo neozelandese ha voluto mettere a fuoco questa questione, per proteggere i bambini dai contenuti dannosi che Internet offre. Tramite il progetto "Keep it real" vuole sostenere le famiglie che hanno bisogno di consigli in merito alla pornografia e al bullismo e lo fa tramite un sito dedicato e uno spot video, pubblicato pochi giorni fa, che merita di essere visto.

Che ne pensate? Sicuramente strappa un sorriso. Ci sono due aspetti che ho apprezzato: il primo è che la campagna è stata voluta da un governo, esprimendo attenzione verso un tema che riguarda tutta la comunità. Il secondo è aver fatto entrare il virtuale nel reale: due attori porno che bussano alla porta di un ragazzino certo non capiterà sul serio (nel caso vorrei assistere), ma crescere con l'idea che il sesso vero sia quello online forse è un rischio non poi così lontano, se non riesci a confrontarti con nessuno.

Il sesso non è un tema facile da trattare quando in ballo ci sono valori e comportamenti che si scontrano. Proviamo a vedere cosa ha fatto un'azienda su tutt'altra fascia di età.

Tena, settore assorbenti e prodotti per l'incontinenza, ha lanciato in Inghilterra, Francia e Germania pochi mesi fa #Ageless, una campagna che vuole dimostrare che il cambiamento del corpo non corrisponde a quello dell'anima. Quindi perché le donne over55 devono vergognarsi se vogliono provare piacere durante il sesso, nonostante l'incontinenza? La parola è stata data alle dirette protagoniste.

 

Due esempi molto diversi tra loro che però hanno qualcosa di molto importante in comune. Entrambi hanno puntato a costruire cultura: sul sesso, sulla salute, sul cambiamento del corpo. Uno ha utilizzato il sorriso, l'altro l'intimità, mostrando che la realtà può essere vissuta divertendosi se non ci ostiniamo a volerla adattare a stereotipi vuoti che procurano solo ansie da confronto. La pubblicità può fare anche questo. 


facebook
linkedin

© 2020  fluminalab.com @ All rights resevered.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder